Auguri Rosella!!!

Dalla notte in cui fu rapita nel campo profughi di Tindouf, nell’Algeria Meridionale, sono trascorsi ormai 152 giorni e oggi che Rossella compie 30 anni sui muri delle case di Samugheo, dove e’ nata e dove vivono i suoi genitori, gli striscioni con le sue fotografie e gli appelli a caratteri cubitali per la sua liberazione cominciano a scolorirsi. Quasi una rappresentazione materiale del senso di impotenza che in qualche modo ha colto tutti dopo l’illusione di tre settimane fa per una liberazione solo annunciata. Ma il sentimento che prevale a Samugheo nel giorno del trentesimo compleanno della cooperante e’ quello della speranza.
Quella che i genitori Graziano e Marisa assieme ai fratelli Mauro e Fausto continuano a coltivare in silenzio fin dal primo giorno. Quella che il parroco don Alessandro e il sindaco del paese Antonello Demelas ribadiscono ogni giorno, quella che in tanti, da ogni parte della Sardegna e d’Italia, esprimono ogni giorno sul sito www.rossellaurru.it con lettere e poesie, quella che lo zio Mario ha affidato al vento perche’ la porti con gli auguri di buon compleanno fino al deserto africano dove Rossella e’ ancora prigioniera. Una speranza che e’ stata pero’ anche resa pubblica con una lettera nella quale c’e’ una frase, ”sappiamo che e’ questione di giorni”, che in tanti pensano e sperano non sia stata dettata solo dalla speranza.
Fonte:Ansa.it