Il Tribunale non si tocca!

Oggi simpaticamente Massimo D’Antoni osservava che non c’è manifestazione degli ultimi 30 anni (“funerale del carnevale” a parte…) che non mi abbia visto presente. 
Della serie “nun c’è festa nun c’è fudda…”.
Aggiungere che in grande parte di esse ero uno di quelli che la manifestazione l’aveva indetta o era tra gli organizzatori…
Ma oggi non potevo mancare.
Come si può pensare di cancellare il Tribunale di Sciacca?
Com’è possibile privare Sciacca e la sua Zona di un presidio di legalità e del “servizio giustizia”?
Com’è possibile che tanti Cittadini non abbiano avvertito come un loro dovere esserci?
C’erano le Associazioni, qualche sindacalista, qualche aspirante Sindaco, delgazioni “mignon” dei Partiti, qualche Sindaco della Zona e, sopratutto, i Dipendenti del Tribunale e qualche Avvocato.
Sciacca si sta “Agrigentinizzando”! Ovvero “ognun per sè e Dio per Tutti”. Le Terme hanno un problema? “s’a futtinu chiddi chi ci travagghianu…” . Il Tribunale è a rischio? Idem…
Così non si va da nessuna parte!
Fino a quando non si comprenderà che i “beni comuni” appartengono a tutti, quindi a ciascuno e che dobbiamo tutelarli come (e forse più!) dei beni propri… non saremo davvero Cittadini!