Io vorrei, non vorrei, ma se vuoi…

“…il potere di contestazione delle cause di ineleggibilità ed incompatibilità del sindaco “in prima istanza” a qualsiasi cittadino elettore del comune, o a chiunque altro vi abbia interesse, “davanti al tribunale civile” (con ricorso da notificare al sindaco), nonché al prefetto…”
Ma in che mani siamo?
Ma davvero la Regione, a specifica richiesta se uno abbia o no il diritto di occupare un incarico pubblico, può rispondere in questo modo? E’ allucinante!
E’ allucinante che, in capo all’Assessore agli Enti Locali, non vi sia un potere di intervento volto all’eventuale ristabilimento delle condizioni di agibilità legale di un’Amministrazione.
Così come è davvero scandalosa quest’aria che si respira, come se dovessimo stappare le bottiglie dello champagne ad avvenute dimissioni!
Chi si sfrega le mani per le sopravvenute difficoltà politiche insorte ha il DOVERE di spiegare che cosa ha intenzione di fare!
Cosa ci aspetta dopo Bono? 
Un altro pastrocchio Messina/Turturici che ora potremmo ribattezzare Messina/Turturici/Turco? E nel “Centro Sinistra”?
Chi sono questi che si sentono già la fascia tricolore messa? 
Che “film” hanno fatto in questi anni ? Che idea hanno di Città?
Mi auguro davvero che, in un sussulto di dignità, qualcusno si dia una mossa!
Quanto a Vito Bono (che ho sostenuto, ma a cui rimprovero tante cose) non posso che esprimergli tutta la mia solidarietà umana e politica per il linciaggio cui viene sottoposto quotidianamente da tutti questi che hanno la bramosia di cacciarlo. Vigliaccate simili non le avevo mai viste!
P.s. nei giorni scorsi è successo un fatto assai grave ai danni dell’Assessore Gianfranco Vecchio. L’ho già fatto in privato, ma voglio esprimergli pubblicamente tutta la mia vicinanza e solidarietà.