Carissimo Vito, ….

Carissimo Vito,
una “legge folle” (come Tu l’hai definita) ha escluso l’Ass. Leonte dalla “squadra” di Governo, quasto ha riaperto e, oggettivamente, riapre la discussione sulla composizione della Tua Giunta.
Sono tra quelli che Ti ha sostenuto apertamente dal primo momento e in questo blog ho scritto (come sempre inascoltato..) una serie di considerazioni che ritengo ancora valide.
questo Progetto.
Scrivevo l’indomani delle Elezioni:

Non ripetiamo l’errore di fare il Partito dei soli Eletti, il Partito dei Consiglieri Comunali o degli Assessori… sarebbe il solito gravissimo errore, noi dobbiamo chiamare al Protagonismo quanti si sono spesi e si vogliono spendere per questo Partito e definiamo forme e modi per consentire questa partecipazione.
  • VITO BONO Adesso viene la prova più difficile, adesso vedremo come il nostro Sindaco scioglierà il primo nodo, quello della “squadra” e degli incarichi.
    Mi auguro di cuore che egli sappia bene valutare le reali “forze in campo” e sappia scegliere in piena autonomia e puntando alla QUALITA‘, senza diktat. I Partiti offrano “rose” di candidati e non impongano nomi spesso indigeribili ai più.
Ed infine, Sindaco e PD, sappiano governare “insieme alla Gente”, socializzare le scelte, chiamare a raccolta Associazioni e Movimenti e condividere il Governo della Città.
E rianimiamo il dibattito politico di questa Città, parlando anche alle altre Forze (penso anche a quelle escluse dai seggi ma che possono essere attratti dal PD, dal “buon governo”, dalla concreta azione amministrativa.

Secondo me sono stati compiuti diversi errori nella composizione della Giunta (nella prima versione) e poi si è proseguito lungo questa china.
Perchè hai scelto di parlare sempre e solo con “pezzi” di Partito? Prima (quand’era ancora nel PD) hai privilegiato l'”asse” con Cusumano…
Dovevi chiedere e pretendere dai Partiti  che ti offrissero “rose di nomi” sulla base di criteri di qualità che Tu sceglievi e, invece, ti sei “accontentato” di quello che ti hanno dato!
C’è ancora tanto tempo fino alle prossime elezioni e c’è ancora tempo per raddrizzare questa barca, pero – Caro Vito – devi essere determinato! E che diamine!

  • la Giunta dev’essere politica in senso pieno: che senso ha che l’UDC lancia bordate a palle incatenate? Nulla hanno da dire in proposito FLI e MPA e API  che con loro, nazionalmente, stanno dentro al cosidetto “Terzo Polo”?
  • rivaluta i Partiti, costringi ad avere una vita democratica vera: devi pretendere deliberati di ORGANISMI DIRIGENTI non  segnalazioni di “capi” o presunti tali!
  • fai una “operazione verità” sui conti del Comune, su quello che hai trovato e su cosa hai fatto in questi mesi e socializza le difficoltà! Basta con l’ironia stupida sul fatto “chi soddi nun ci nnè”! Dicci le cose come stanno e ognuno si assuma le proprie responsabilità!!!
  • lancia l’allarme serio sui pericoli che corre Sciacca aggredita su più fronti : da quelli ambientali e di prospettiva di sviluppo (petrolio, eolico, solare ecc.) fino alla questione Tribunale  e mobilita tutte le forze disponibili sul territorio (associazioni, sindacati, chiesa…) 
  • APRITI, APRITI alla Società, fai in modo che TUTTI ci si senta coinvolti nella gestione della Città ! Oggi sembra che alcuni che alcuni hanno vinto una “gara d’appalto” per gestirla al chiuso delle stanze di Via Roma!
  • torni questa Città ad essere il centro, il nucleo palpitante, di quell’area!

Insomma, voglio tornare a vedere quel sorriso del volantino elettorale e non la faccia che ho visto ieri alla commemorazione di Miraglia e voglio ritrovare l’orgoglio di dire “ho contribuito anch’io ad eleggerlo!”.
     Con affetto.
                                                                                               Massimo Raso