Ma è normale?

Ieri sera un bambino ha violentemente lanciato la base di un’altalena contro il mio piccolo di 7 anni colpendolo all’altezza dell’inguine.
Una cosa normale…gli incidenti sono la regola a quell’età.
Stamattina mio figlio si sveglia ancora con il dolore e, allora, decidiamo di andare all’Ospedale.
Entrata ore 13.20 – Dovremmo andare al Pronto Soccorso, ma convinco mia moglie a passare direttamente dal reparto di Pediatria (potrebbe capitarci una botta di culo che trovi qualche Medico amico che gli da un’occhiata e ci tranquillizziamo…). A Pediatria la Dottoressa dice “No, prima dovete passare dal P.S….”.

  • Andiamo al P.S. (dall’altra parte dello stabile!): un girone dell’Inferno! Gente che si lamenta ad ogni angolo, 80 persone in un corridoio… un casino! Dopo 40 minuti, ovviamente senza nemmeno vederlo, ci riempiono delle carte e dobbiamo tornare al Reparto…
  • Al Reparto, piccola visita e richiesta di fare una ecografia… “tornate al P.S. che ve la prescrivono…”.
  • Ritorno al P.S. altra piccola fila e poi al reparto di Radiologia o di Medicina Nucleare per l’ecografia. Dopo 1 oretta di attesa, ecografia. Attesa per il referto.
  • Poi con esito referto al P.S.. Dal P.S. al reparto di Pediatria.
  • Dal reparto di Pediatria dopo nuovo dialogo col Medico, di nuovo al P.S. per lasciare le carte iniziali.

Ho fatto un paio di Chilometri all’interno dell’Ospedale e sono le 15.30.
Oltre 2 ore di sbattimenti, e , per fortuna, il bambino non aveva niente, ed era perfettamente mobile! Altrimenti avrei dovuto elemosinare una sedia a rotelle (come ho visto fare ad altri pazienti….).
Ora capisco perchè si chiamano pazienti! Ma tutto questo è normale?