Ma si puo’ andare avanti così?

Ieri sera, facendo zapping, mi sono imbattuto nella “diretta del Consiglio Comunale di Sciacca”.
Per Voi di Sciacca, niente i più normale, ma Vi assicuro che da Agrigento queto provoca unaqualche emozione! (grazie TRS!)

I Consigli Comunali li guardo da quando 12/13 enne andavo a vederlo, nella vecchia sala, quando in consiglio comunale c’erano Felice Caracappa che teneramente si addormentava, la voce tonante di Totò Leonte, un giovane Siso Montalbano, Francesco Russo, “Badassiddu” Santangelo e tanti DC di peso. Altri tempi!
Ieri sera, invece, confesso con un pò di vergogna che non conoscevo tanti di quelli che si sono alternati al microfono! Ma chi sono? Che hanno fatto in tutti questi anni? Quale storia politica hanno? Boh!
L’altra cosa sconvolgente è che nemmeno su dati oggettivi , come solo i numeri sanno esserlo, si trova una unità di lettura! Se uno sente Alonge e Di Paola e poi sente Di Paola Simone o Vincenzo Patti, si chiede: ma questi hanno letto le stesse carte?
Debbo riconoscere che era molto efficace l’esposizione di Salvatore Alonge intervallato dal tormentone “soddi nun ci nnè”
Poi ho scoperto Consiglieri “di Quartiere” ovvero che parlano solo di alcune Vie, strade e Contrade… e ancora tanti Consiglieri “sciarriati” con l’Italiano, che scambiano “diritto” con “dovere”….
Ma davvero questa è la “classe dirigente” di un Comune come Sciacca?
Siamo messi davvero male!

p.s. Secondo me il Sindaco sbaglia ad essere assente, capisco che è una palla colossale sorbirsi 4 ore di contumelie ma è compreso in quel “onore ed oneri…”