Il vento è cambiato e dal voto tante lezioni per tutti!

Molti di Noi lo aveva sperato dopo il primo turno, ma un po per scaramanzia un po perché questo Paese ci ha abituato alle cose peggiori, avevamo paura…Ma troppi segnali convergevano: il vento era cambiato, era finito un ciclo, un altro “ventennio”!Ora che i risultati lo hanno certificato, cerco di dire a caldo quello che penso.La “breccia di Pisapia” (e De Magistris), ma anche i risultati di tanti candidati del PD, pongono al CentroSinistra una richiesta forte di cambiamento, la speranza che, adesso, cambi la direzione politica del Paese.Ma dal voto anche tante indicazioni per il PD. Ho sentito la “conferenza stampa” di Bersani su YouDem e mi consola sapere che Bersani ha le idee chiarissime sul da farsi.Mi auguro solo che questa consapevolezza giunga fino a Noi, in questa sperduta Provincia dove, appunto, i risultati si incaricano di dare “lectio magistralis” su cosa non deve essere il PD. Ma ci sono, qui, orecchie che vogliono raccogliere questa sfida? Io credo di sì, ma devono avere più coraggio di pretendere di archiviare un andazzo che non regge più. Ci sono tante energie positive, anche nel Gruppo Dirigente, hanno solo bisogno di emanciparsi e affermarsi di più, di incidere nelle scelte. Mai più un Partito che in un Comune sostiene – contemporaneamente – i 3 Candidati a Sindaco; mai più un Partito che per non scegliere finisce con lo scegliere il “terzo” che gode, ma non prende Voti; mai più divisioni. Si faccia come a Milano, a Torino, a Bologna: primarie vere, primarie sempre! Non c’è altra via per scegliere democraticamente il migliore dei Candidati, solo così si può “perdere bene” oppure vincere. Vincere! Ora sappiamo che si può, che il vento è cambiato! Buongiorno Italia!