Forse è il momento del RESET….

Sono stato tra quelli, non ancora pentito, che hanno sostenuto il Sindaco di Sciacca Vito Bono e che spera davvero che ci sia ancora il margine per “raddrizzare” questa barca che appare in balia delle onde.
Nella tormentata storia dei Sindaci eletti “direttamente dal popolo”, come una specie di maledizione, abbiamo avuto sempre Sindaci che pur non facendo un cavolo hanno goduto del favore popolare e altri che pur facendo le cose si sono beccati gli insulti maggiori.
Non è stato così?
Messina ha buttato alle ortiche l’occasione storica di una possibile “primavera sciacchitana” e si è limitato all’ordinarissima amministrazione (qualche marciapiede e qualche intervento urbanistico assai discutibile e tanta demagogia pagata a caro prezzo, come la “vicenda LSU”).
Cucchiara ha rimesso in ordine le cose e ha cercato di dare una progettualità e una direzione a questo Paese , ma questo non èstato nè capito ne è piaciuto ai più che lo hanno punito.
Turturici non è degno di nota: 4 anni passati senza lasciare traccia!
Vito Bono ha raccolto questo malcontento e ha vinto, ma sin da subito si è complicato la vita: piuttosto che mettere attorno ad un tavolo gli artefici della sua vittoria e riconoscere loro politicamente quanto “dovuto”, ha preferito parlare e sceglier come interlocutori privilegiati solo alcuni.
Ha cambiato più volte Assessori e non riesce ancora a stabilire in maniera chiara la “mission” della sua Giunta. Comunica malissimo, anche le cose che riesce a fare e, sopratutto, non riesce a COINVOLGERE, a SOCIALIZZARE, a riconoscere veramente il ruolo dei “corpi intermedi” (Associazioni, Sindacati ecc.). Anche Lui come gli altri che lo hanno preceduto in quello scranno si sono convinti che avendo avuto l’investitura popolare non debbo “dar conto” a nessuno e che non hanno bisogno di mediazioni… mah!
Nell’attuale “squadra” ci sono eccellenze ma anche mediocrità, rese ancor più impresentabili dalla loro incerta collocazione politica.
Forse è davvero il momento di un “reset”, non per cambiare Sindaco (ci mancherebbe!) ma per dire forte e chiaro, cos’è questa Giunta, quali obiettivi si prefigge per gli anni che rimangono e per ri-stipulare un “patto” con la Città, nella chiarezza. Continuare così non ha senso!