PD-Pride

Mani in rete Esplora Gioca e Fai clik Ovunque Post 089
Ascolto la radio. Cerco su Google oggi tra le sette e sette e mezza del 14 dicembre Il Pride del PD. Click sul primo risultato: America Oggi, quotidiano italiano pubblicato negli Stati Uniti. Riporto l’inizio dell’articolo:

ROMA. Sarà il giorno dell’orgoglio Democratico quello che si celebrerà oggi in Piazza San Giovanni, il “Pd pride”: la manifestazione voluta da Pier Luigi Bersani, infatti, non sarà tanto l’occasione per parlare di governo tecnico o di fare i calcoli per vedere se la mozione di sfiducia a Berlusconi passerà o meno. Sarà piuttosto il momento in cui il segretario dirà al suo popolo che se il Cavaliere ha i giorni contati, è merito del Pd. E per galvanizzare la piazza dirà “ora tocca a noi”.

18 treni speciali, 1.500 pullman, due navi. Ricordo di avere già sentito queste cifre.  Ancora una ricerca Google che di nuovo grazie al primo risultato mi fornisce la foto di testa di questo post.  E la didascalia Ultime notizie. Quanto in euro il bilancio di questo sforzo organizzativo? Quale almeno l’impatto, l’incidenza politica e la speranza di cambiamento che la macchina organizzativa ha ottenuto se conclude come riporto qui sotto la fine dell’articolo trovato come primo risultato Google?

No, il Pd “ha uomini e idee” per anticipare anche in parte “l’alternativa” al modello liberista berlusconiano. A partire dal lavoro per il quale Bersani rilancerà la ricetta che un ora di lavoro precario sia pagata come un ora di lavoro stabile.