Ciao Tonì…

Tonino De Gregorio ci ha lasciati prematuramente, di colpo.

Quando ho saputo la notizia non ho potuto fare a meno di ricordare come e quando l’ho conosciuto.
Era il settembre del 1983, l’anno dopo l’assassinio del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, a Palermo si teneva, al Teatro Biondo, l’Assemblea Nazionale degli Studenti Contro la Mafia.
Io avevo appena finito il mio intervento (sonoramente fischiato dai “Giovani DC”…) e Tonino mi viene incontro, mi chiede di dove sono, cosa faccio, se intendo dare una mano d’aiuto alla FGCI…
Io, mezzo extraparlamentare, risposi (mezzo spocchioso) “No, FGCI…PCI… no, non mi interessa…io sono più a sinistra!” e Lui, calmissimo e sicuro di sè, mi congeda dicendomi “Ok, ci vediamo tra qualche anno in qualche sezione del PCI…”.
Qualche anno dopo, assemblea di zona del PCI nella sede dell’allora “Confcoltivatori” vicino al Supercinema, Tonino è alla presidenza, mi riconosce e mi manda un bigliettino (che credo di avere ancora da qualche parte) e c’era scritto: “Tu sei Massimo Raso e, come vedi, avevo ragione io!”. Incredibile! Si ricordava! E, soprattutto, aveva davvero avuto ragione Lui!

Oggi, ai suoi funerali, mi sono venuti in mente i tanti fotogrammi che ho passato con Tonino, gli anni della FGCI, gli anni della mitica Federazione del PCI di Via Mazzini, quando “militare” in un Partito era una cosa seria.
Ho rivisto le tante facce che hanno popolato quel mondo e quegli anni. Mi ricordava il quadro di Guttuso “i funerali di Togliatti”, in cui erano distinguibili i tanti leader presenti… l’elenco sarebbe lungo e non voglio fare l’elenco: c’erano davvero tutti quelli che ci potevano essere a salutare Tonino.
Ma è stato giusto, Tonino se lo meritava!
Un abbraccio immenso alla Moglie ed al suo piccolino.
Ciao Tonì!