Incoerenza ed ipocrisia politiche del Sindaco di Sciacca sul bilancio partecipativo

ASSOCIAZIONE POLITICA POPOLARI PER SCIACCA

COMUNICATO STAMPA

Oggetto: Dichiarazioni del Sindaco sulla mancata attuazione del bilancio partecipato.

Durante la lettura ieri sera in Consiglio comunale della sua relazione al bilancio di previsione 2010, il Sindaco di Sciacca ha dichiarato di non avere realizzato il bilancio partecipato perchè poche sono le risorse comunali, e quindi ciò, a suo avviso, giustificherebbe la mancata attuazione del bilancio partecipato con i cittadini.
Noi crediamo che il Sindaco debba vergognarsi di tali dichiarazioni, perchè nel suo programma politico- amministrativo di appena un anno fa egli si è impegnato a realizzare il bilancio partecipativo e non ha certo dichiarato che si riservava la possibilità di non farlo, in presenza di scarse risorse finanziarie.
Aggiungiamo che, essendo stato per tanti anni consigliere comunale di opposizione, il Sindaco in carica ben conosceva quale fosse un anno fa la situazione finanziaria del Comune di Sciacca, e nel promettere il bilancio partecipativo non ha previsto nel suo programma amministrativo eccezioni rispetto a tale impegno.
Un’ultima considerazione: il fatto che le risorse finanziarie del Comune siano limitate, anziché giustificare, come vorrebbe il Sindaco, la mancata attuazione del bilancio partecipativo, rendono ancor più grave il suo inadempimento, perchè proprio la scarsità delle risorse finanziare doveva indurre il Sindaco a rendere partecipe l’intera città delle scelte di bilancio dell’ente per discutere tutti insieme come meglio impiegare le risorse comunali.
Le dichiarazioni del Sindaco sono valse comunque a far capire che il suo modo di fare politca e di scrivere i programmi sono caratterizzati da incoerenza ed ipocrisia.
Sciacca, 24/06/2010 Il Presidente
Stefano Antonio Scaduto