SCEGLIERE…. o nascondersi dietro l’anonimato delle parole!

Finite le “feste” è tempo di bilanci.
Dopo il mini carnevale, il mio blog, ed in particolar modo l’articolo afferente l’edizione invernale
del Carnevale, è stato teatro di commenti verbali rigorosamente anonimi e politici.
Vorrei, in questo articolo, evidenziarne alcuni punti:
“Il blog, wikipedia insegna, è un sito internet, generalmente gestito da una persona o da un ente, in cui
l’autore pubblica più o meno periodicamente, come in una sorta di diario online, i propri pensieri,
opinioni riflessioni, considerazioni, ed altro, assieme, eventualmente, ad altre tipologie di materiale
elettronico come immagini o video.
Il termine blog è la contrazione di web-log, ovvero “diario in rete”.
In virtù della definizione sopracitata, il sottoscritto intende chiarire le idee a chi, senza scrupolo alcuno, ha menzionato persone o fatti estranei.
Io vedo, ascolto e commento i fatti che accadono nella nostra città, secondo un punto di vista squisitamente Personale; le risorse mass-mediali, sono strumenti utili alla collettività: a chi le scrive, per notiziare ed avere riscontro circa i punti di vista del lettore, ed all’utente stesso –  che incamera notizie provienti da panorami e modi di pensare diversi ed elabora idee e punti di vista il più possibile chiari e completi.
Sono e sarò sempre disponibile a qualsiasi tipo di confronto on line, o faccia a faccia…d’altronde è da tempo che lo chiedo…Ahimè,senza riscontro alcuno.
Il problema è,  che tutti sono bravi a giudicare e commentare Anonimamente celando la propria identità dietro un sostantivo di 7 lettere, divenendo amministratori, politologi e commentatori all’occorrenza.
Capisco, che il Carnevale è appena finito e che non c’è stata la possibilità di indossare maschera alcuna, ma se si vuole bene alla cittadinanza bisogna tirar fuori gli attributi e confrontarsi costruttivamente su argomenti utili ai cittadini.
Nella vita bisogna scegliere..ed io ho scelto di Essere!