Terme di Sciacca: qualcuno paghi!

Le Terme di Sciacca (lo dico da anni!) sono un gioiello, uno di quei regali che la Natura ha fatto a Sciacca e di cui Sciacca non riesce a rendersi conto.
Oggi c’è stato l’atteso (per noi) incontro con il Dr. Turricciano, Amministratore Unico di terme di Sciacca SpA.
Quello che volevamo sapere noi era chiaro: che vogliono fare le Terme da grandi?
Le risposte sono state, a dir poco, deludenti. Ma non per colpa di Turricciano, ma per colpa di una situazione politica regionale assai schizofrenica sulla “vicenda termale”.
Nel 99 (Governo Capodicasa) decide che la Regione non più fare l'”imprenditrice” (panettoni, vino, laterizi, fanghi…) e – a 11 anni di distanza – siamo ancora qui a discutere di privatizzazione. Con l’aggravante che in tutto questo tempo abbiamo conosciuto dapprima il vuoto e poi l’avvento del C.d.A.. e ora viene l’Amministratore Unico.
Ma i problemi sono ancora tutti lì sul tappeto, sia quelli immediati che quelli di lungo periodo:
– una montagna di debiti (quasi 10 milioni di Euro!)
– le Terme con gravi esigenze di manutenzioni ordinarie e straordinarie
– le “Antiche Terme” distrutte;
– l’assenza di una politica di marketing del prodotto termale ed alberghiero;
– la necessità di trovare un partner privato cui affidare la gestione di tutto questo complesso immobiliare che sappia rilanciare e collocare nel mercato le terme.
E Turricciano che deve fare il “buttafuori” di creditori ed il “tappabuchi” delle mille emergenze quotidiane…accanto a cose pregevoli come la riapertura del Bar o la risoluzione dei problemi dell’Hotel sul Monte Kronio…
Ma che senso ha? Che aspetta la Magistratura ad aprire un fascicolo sulla gestione delle Terme di questi ultimi 10 anni? Possibile che nessuno paghi per questa incuria, per questo spreco, per questo sfascio?
Si accelleri il processo di privatizzazione, si metta fine all’agonia!
Sindaco, Deputazione, forze politiche e sociali della Città … se ci siete battete un colpo!