Doppia scheda per elezione a sindaco…Condivido in toto !

Vi propongo la lettura di questo articolo pubblicato su livesicilia.it
Da tempo sostengo che la scheda unica per l’elezione del sindaco e del consiglio comunale tradisca lo spirito della legge sulla elezione diretta del sindaco. Infatti al primo turno la gente e’ molto più concentrata sul candidato al consiglio comunale ed indirettamente vota, spesso senza volerlo, sul sindaco collegato. In altri termini i sindaci con tante liste collegate vengono eletti per effetto del trascinamento delle liste, e credo che a Sciacca sia avvenuto proprio questo. Adesso si vuole cambiare la norma, io sono favorevole, spero lo possa essere pure il mio partito!
Mario Turturici
***
Doppia scheda, asse Pd-Udc
L’Udc appoggia la mossa del segretario del Pd Giuseppe Lupo per tornare alla doppia scheda nelle elezioni amministrative. La proposta avanzata ieri dal leader dei democratici siciliani incassa il plauso del presidente dei senatori Udc, Gianpiero D’Alia, secondo il quale si tratta di “una riforma necessaria per garantire la libertà di scelta del cittadino e per rendere più trasparente l’elezione degli amministratori locali”. Lupo ieri aveva annunciato che il Pd avanzerà al presidente della Regione Raffaele Raffaele Lombardo la proposta per l’introduzione della doppia scheda per l’elezione dei sindaci e dei consigli comunali. “L’attuale legge elettorale, che prevede l’elezione degli organi degli Enti locali con un’unica scheda, distorce le regole della democrazia, mortifica la partecipazione e la libertà di scelta degli elettori”, sostiene Lupo che parla di “un meccanismo politico-clientelare di attribuzione automatica del voto di preferenza espresso a favore dei candidati per i consigli anche a favore deicandidati alla carica di sindaco o di presidente di provincia delle liste collegate”. Il sistema della scheda unica favorisce i candidati sindaci sostenuti da liste forti, favorendo il “traino” da parte di queste ultime.