Corsi di formazione nel turismo per i giovani disoccupati

Sessanta milioni di euro per la formazione di 6mila giovani disoccupati in aziende del settore turismo. Il progetto, denominato Lavoro sviluppo turismo 4, è di ‘Promuovi Italia’, società dell’Enit, partirà a ottobre e avrà durata triennale. Unici requisiti per accedervi: essere senza lavoro e avere la residenza in Campania, Puglia, Sicilia o Calabria. I tirocini avranno una durata variabile dai due mesi e mezzo ai cinque mesi. Ai partecipanti sarà riconosciuta una borsa lavoro mensile di 500 euro, indennità sostitutiva di mensa, rimborso spese di viaggio per trasporti locali ed a lungo raggio, alloggio e copertura assicurativa. Gli stage si svolgeranno parte nella regione di provenienza dei tirocinanti, parte altrove. E una quota si terrà all’estero. Gli stage riguardano un po’ tutte le figure professionali, dalle più semplici a quelle manageriali. Si va dalla reception, alla contabilità, dalle funzioni di back office fino alla direzione d’hotel. E poi molti cuochi e pasticceri d’eccellenza. “La nostra attenzione – afferma Maria Concetta Patti, presidente di Promuovi – è rivolta alla crescente domanda di occupazione, soprattutto giovanile. E nel contempo puntiamo ad accrescere la competitività delle imprese turistiche”. Una precedente, analoga iniziativa nel triennio scorso ha coinvolto oltre 3.400 giovani, il 70% dei quali ha poi trovato lavoro nell’azienda ospitante. Questa volta, spiega Francesco Montera, direttore generale di Promuovi Italia, si punta a realizzare 1.500 interventi il primo anno, 2.000 il secondo e 2.500 il terzo. Il programma, finanziato con fondi europei, è istituito congiuntamente dal Ministero dello Sviluppo Economico, del Welfare e dal Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo.